martedì 15 aprile 2014

Molti di coloro che hanno un romanzo nel cassetto farebbero bene a tenercelo il più a lungo possibile, qualche anno o qualche decennio in più, magari. Anche tutta la vita.

martedì 25 marzo 2014

Temeva che i suoi fans
la potessero dimenticare,
non sospettando neppure
che l'avevano già fatto.

lunedì 24 marzo 2014

Impariamo da subito ad autoassolverci - e non smettiamo di farlo per il resto della vita.

venerdì 14 marzo 2014

Vive di fragili certezze e teme che il domani
tenga in serbo per lei le minacce più oscure.
E se il passato non è più così inquietante
è solo perché, per fortuna, è passato.

giovedì 13 marzo 2014

1.

Era ubriaco di nuovo ieri sera e la sera prima e l'altra ancora. Ha il passo e il respiro pesanti, le palpebre gonfie. Ha fatto a botte e le ha buscate e l'occhio pesto è un segno inequivocabile di resa, l'ennesima. Appena ha un po' di soldi beve e va cercare rogne e prima o dopo per lui si metterà male. Sa bene che lei non ritornerà: e che non ci sarà mai un lieto fine.

martedì 11 marzo 2014

Tutti gli infelici
hanno perso la speranza,
e malgrado i loro sforzi
non sono riusciti a ritrovarla.

martedì 4 marzo 2014

Pazientare

La ragazza ripartì in lacrime. Raffiche di vento gelido spazzavano le strade. La stazione era deserta. Si scambiarono le ultime effusioni. Il treno emise un breve fischio. Lui continuò a salutarla con la mano, finché il convoglio non scomparve in lontananza. Lungo la strada verso casa, decise che non l'avrebbe più rivista. Dopotutto, non avevano niente in comune. La figlia del droghiere, quella sì che faceva al caso suo. Ci avrebbe fatto un pensierino. Qualche anno ancora, poi sarebbe diventata uno schianto. Bisognava solo pazientare un po'.